Milano, Droga: due arresti per spaccio di stupefacenti

Ieri pomeriggio, a Rozzano, i poliziotti della Squadra Mobile in servizio di prevenzione e repressione della microcriminalità, hanno notato un uomo nei pressi di via Lambro che si aggirava in modo sospetto.

Il 44enne di origini marocchine è entrato all’interno di un bar, gli agenti che lo seguivano lo hanno visto intrattenersi per pochi minuti nella toilette femminile. Successivamente l’uomo è uscito di nuovo in strada ed è stato avvicinato da un taxi, c’è stato un veloce scambio tra il 44enne e il tassista che si è poi allontanato.

Gli agenti della Squadra Mobile hanno fermato dapprima il tassista trovato in possesso di 1 dose di cocaina. Si è proceduto per lui al ritiro della patente di guida e della licenza di auto pubblica, nonché alla segnalazione alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti.

Il 44enne marocchino è stato raggiunto ed arrestato per spaccio di stupefacenti. Addosso deteneva una dose di cocaina, e il controllo effettuato dagli agenti nella toilette femminile, dove poco prima si era diretto, ha permesso il rinvenimento e sequestro di 8 dosi di cocaina che l’arrestato aveva nascosto dietro i sanitari.

Mezz’ora più tardi, nei pressi del boschetto in via Montenero a Garbagnate Milanese, gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato un 24enne cittadino marocchino. Il giovane è stato visto entrare ed uscire più volte dal boschetto, e contestualmente interfacciarsi con alcuni passanti per pochi frangenti, tra cui un 32enne italiano allontanatosi dal posto a passo veloce.

Fermato quest’ultimo dai poliziotti è stato trovato in possesso di una dose di cocaina, e un’altra di hashish acquistate dal 44enne poco prima.

Il 32enne è stato segnalato alla Prefettura, e il 44enne arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti; aveva con se 1 dose di hashish e più di 800 euro contanti in piccolo taglio. E’ stato arrestato inoltre per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, in quanto durante l’intervento ha sferrato calci e pugni nei confronti di uno degli agenti.

Fonte: Questura di Milano

 

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *