carabinieri

Villa d’Almè, Un arresto per spaccio

Nello scorso week end, a conclusione di mirata attività d’indagine, militari della Stazione CC di Villa d’Almé in Sorisole hanno arrestato in flagranza di reato una donna 29enne, disoccupata, domiciliata a Villa d’Almé (BG).
Durante predisposto servizio di osservazione nelle vicinanze dell’abitazione dell’arrestata i Carabinieri assistevano alla cessione di 1gr di sostanza stupefacente (cocaina) suddivisa in due dosi, a favore di un disoccupato 53enne giunto appositamente da fuori comune per acquistare la droga, nei confronti del quale oltre all’invio della segnalazione in prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti è stata elevata sanzione amministrativa di quasi 400 euro relativa all’inosservanza della normativa in materia di contenimento dell’emergenza Covid-19.
A seguito della cessione, veniva eseguita perquisizione domiciliare a carico della cedente, durante la quale venivano rinvenute:
– in cucina all’interno di una pochette occultata dietro il frigorifero n.26 involucri di cellophane contenenti cocaina per un peso complessivo di 20 grammi, nonché una banconota da 50 euro e tre anelli verosimilmente in oro;
– in camera da letto all’interno della federa di un cuscino banconote di vario taglio per un ammontare complessivo di oltre 3.000 euro.
Venivano inoltre sequestrati telefoni cellulari e una carta di debito. Il soggetto al termine dell’attività, è stato tratto in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti e condotto presso la casa circondariale di Bergamo.
Fonte: Comando Provinciale di Bergamo

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *